DETTAGLI DIMENTICATI?

 

14 Maggio, 2012 | di Oliver Dewar

Questa domenica abbiamo assistito qui al Charleston Harbor Resord & Marina ad un esempio di sponsorizzazione ricca di immaginazione ed inventiva coll’arrivo di 45 modelli di macchine Ford Mustang classiche e moderne a supporto della campagna di Marco Nannini. Questo e’ il quarto incontro di stupende macchine americane durante la regata, dopo i raduni di Cape Town in Sud Africa, Wellington in Nuova Zelanda e Punta del Este in Uruguay ed ha attirato macchine del Lowcountry Mustang Club, del Savannah Mustang Club e dei club degli stati limitrofi della Georgia, il Wildhorses South Carolina Club e il Carolina Mustang Club di Myrtle Beach.

Fra i presenti, insieme al figlio Alessandro, anche il presidente del Mustang Club of Italy, Salvo Mirablella, fautore di questa connessione fra queste potenti macchine e la Global Ocean Race. Mentre bellissimi esemplari di Mustang arrivavano al Charleston Harbor Resort and Marina (da squisiti modelli del 1969 a moderne super-pontenti Shelby GT500), Marco Nannini ci ha spiegato il link fra le Ford Mustang e il suo Class40 Financial Crisis: “Salvo ed io parlavamo di fare qualcosa insieme da tanto tempo, anche durante precedenti regata” ha spiegato lo skipper italo-slovacco “ma non si era mai presentata una vera opportunita’”.

global-ocean-race-lgoQuesta regata intorno al mondo ha fornito la giusta inerzia. “Quando mi sono iscritto alla Global Ocean Race, Salvo ha suggerito che diventassi ambasciatore del Mustang Club of Italy e organizzassi incontri ad ognuno degli stopover e ne e’ nata un’esperienza fantastica” ha continuato Nannini. “Questo e’ l’ultimo stopover ed e’ davvero fantastico che cosi’ tanti proprietari di Ford Mustang abbiano guidato anche svariate ore per essere qui con noi” ha aggiunto. “Hanno seguito la regata e non vedevano l’ora di essere qui” ha commentato Nannini mentre gli entusiasti delle Mustang visitavano i pontili della regata. “Faremo vedere loro le barche, i Class40, che sono come una versione dei mari delle Mustang.”

Per il direttore della regata, Josh Hall, la determinazione, tenacita’ ed ingegno e’ davvero notevole: “Il crash dell’economia globale ha avuto un impatto su tutti noi e tutti i team, sia quelli con sponsor che quelli senza” ha detto Hall. “Il fatto stesso che dopo la prossima tappa i nostri concorrenti completeranno la circumnavigazione e’ indicativo della loro determinazione e impegno nella realizzazione dei propri sogni” ha aggiunto. “Il rapporto fra il progetto di Marco e il Mustang Club of Italy e un esempio importante di come una sponsorizzazione possa essere sviluppata e quanto possa essere inclusiva. I proprietari delle Mustang di tutto il mondo hanno avuto modo di apprezzare le avventure di Marco e visitarlo agli stopover” ha continuato Josh Hall. “D’altra parte questo progetto e’ stata un’opportunita’ incredibile per gli skipper di conoscere persone sul posto e ammirare queste macchine straordinarie”.

Oliver Dewar – Responsabile della Comunicazione Global Ocean Race.

 

4 agosto 2013 – Cape Coral FL

Siamo in aereo, sorvoliamo l’Oceano Atlantico diretti verso Miami, e pensiamo e ripensiamo a quei giorni lontani, quelli della fondazione del MCI, nell’ormai lontano 2006, e ancora non possiamo crederci!!! Siamo diventati adulti ormai, camminiamo con le nostre gambe, e i “grandi” ci guardano con rispetto, si i grandi a cui ci siamo ispirati, coloro che alla fine ci hanno riconosciuto i meriti…

Chi semina bene, prima o poi raccoglie dei buoni frutti…non possiamo smettere di credere in questo detto, e guardandoci attorno, e valutando i rapporti che si sono creati con gli altri Clubs nel mondo, siamo orgogliosi del nostro operato, ma più di tutto siamo Felici, della stupenda e incredibile risposta di tutti i coloro che oggigiorno collaborano con noi, come solo una grande famiglia può fare…

Dal primo meeting internazionale a Charleston e passato qualche anno, ma sembra ieri che volavamo verso gli States con il groppo in gola, preoccupati per l’esito di un evento così difficile e imprevedibile, considerando che tutto il globo ci osservava, ma alla fine le cose andarono magnificamente, e il resto e Storia!!!

Oggi vogliamo raccontare una storia di amici, come quasi sempre raccontiamo, ma vogliamo soffermarci sull’importanza di questa parola…amici…perchè è con loro che si vivono le storie più indimenticabili della nostra vita!

Partiamo da Miami Beach, a bordo di una Mustang Convertible azzurra, il sole albeggia all’orizzonte e i nostri amici del Muscle Stang of Miami, ci fanno strada verso Cape Coral, dove avrà luogo il Mustang Block Party, organizzato per noi…si proprio così! Ancora ci viene la pelle d’oca, il Gulfshore Mustang Club SW Florida in collaborazione con il Muscle Stang of Miami, per la prima volta insieme, si uniscono per organizzare un evento in onore dei loro fratelli Italiani. Arriviamo a Cape Coral, e ad aspettarci troviamo già un bel gruppo si Mustang di ogni tipo, e ad intervalli per un paio d’ore il gruppo divenne il più grande ammasso di Mustang mai visto prima, circa 80…tutte diverse, variopinte, di ogni epoca, ognuna con una storia da raccontare, tutte con dei proprietari meravigliosi, desiderosi di condividere la loro storia d’amore con la loro Stang, e felici di poterlo fare in una circostanza cosi unica, come un meeting internazionale.Il tempo vola inesorabile, noi cerchiamo di raccogliere più testimonianze possibili, intervistando i partecipanti e gli organizzatori, e riprendendo finchè le batterie reggono.

1146457_10201686156784812_371093568_n_0

Sembra appena iniziato, ma è già ora di pranzo, e ci riuniamo a tavola, sotto il tetto del Ford Garage, un magnifico ristorante dedicato al mito Ford, davvero suggestivo e unico nel suo genere, quale miglior cornice per un evento così!Il pomeriggio arriva inesorabile, e ora di prendere il microfono in mano, e spendere due parole verso il pubblico, per raccontare questa stupenda storia, e scambiarci qualche dono, per sigillare questa nuova fratellanza, fatta di persone, diverse ma uguali, lontane ma vicine, che sanno parlare una lingua in comune…la passione per la Ford Mustang, e la passione per l’amicizia.Il Gulfshore consegna una targa di riconoscimento, e di membro onorario a vita al Presidente del MCI, Salvo Mirabella, elogiando la sua tenacia per cercare di unire tutti coloro che nel mondo condividono questa passione, ricordando la nascita del giovane gruppo Mustang Woman Pink Power, un gruppo nato da un idea di Manuela Mancin, per unire tutte le donne che amano le Mustang nel mondo, una cosa mai fatta prima. Il MCI come solito fare, consegna le targhe di riconoscimento e di associazione onoraria a tutti i membri dei direttivi dei due Club, ricordando l’importanza di queste collaborazioni, perchè possano continuare nel tempo, creando gruppi di appassionati senza confini geografici.

21456_10201686105903540_1806633699_n_1_0

Mike Nills & Salvo Mirabella

1234276_10151656522254608_746545703_n_0

Mike Nills Vice President Gulfshore , Tony Rosati President Gulfshore

Tutti i membri del  MCI vogliono ringraziare nuovamente tutti coloro che hanno partecipato, gli organizzatori, e chiunque ha partecipato alla realizzazione di questo magnifico evento.

Un ringraziamento particolare a:

Tony Rosati              President of Gulfshore Mustang Club of SW Florida

Mike Nills                  Vice President of Gulfshore Mustang Club of SW Florida

Ayanidys Marante   President of Muscle Stang of Miami
841161_10201990052342011_1395608958_o_0_0

Salvo Mirabella President MCI

Gulf Shore Mustang Club FL

Nel mese di giugno 2013, il Gulf Shore Mustang Club of Southwest Florida, ci ha inviato una richiesta Ufficiale di Gemellaggio, con tanto di associazione Onoraria del Presidente e del Club stesso, per averci riconosciuto come uno dei club più importanti sulla scena Internazionale, e per tutto quello che stiamo facendo per creare una rete di comunicazione e interazione tra i Mustang Clubs nel mondo. Si dicono orgogliosi ed entusiati e sperano in future collaborazioni.

Il MCI con grande onore, ha ricambiato l’associazione Onoraria del Preisdente e del Club stesso, augurando che la nostra passione comune possa un giorno farci incontrare e collaborare come già capitato con altri Clubs americani in passato.

citazione e mail di richiesta Past President Gulf Shore…

” …I truly enjoy how you all participate in so many events together.I would like to ask you and your club to consider exchanging honorary memberships for our club’s Presidents. We would certainly love to swap website links with you and thereby allow our memberships to view and follow each other’s activities and just enjoy each other’s Mustangs…”

Mr. Michael E. Nilles

Vorremo precisare che riteniamo un grande onore ricevere elogi e congratulazioni dal popolo proprietario indiscusso del mito Mustang, il popolo Americano. Questo capita ormai sempre più spesso, e ci rende davvero pieni di gioia, perchè involontariamente, sono nostri giudici per diritto.

Un ringraziameno al Presidente Tony Rosati,  all’ex Presidente Michael E.Nilles e a tutto lo Staff del Club Americano

www.gulfshoremustangclub.com

Mustang Club do Parana Brazil

Il Mustang Clube do Paranà Brasile, uno dei Club più attivi oltre Oceano, con grande entusiasmo, agli inizi del 2013 ha richiesto il Gemellaggio Ufficiale con il MCI, concedendo l’associazione Onoraria al Presidente, e di conseguenza al Club stesso, ricevendola poi a loro volta dal MCI.

La grande passione e la fraterna confidenzialità creatasi ci permette di dire, che siamo orgogliosi, nonchè onorati, di poter essere in collaborazione con il Mustang Clube do Paranà, e con tutti i suoi associati.

Grazie ai Social Network, siamo riusciti a creare una community, che si è estesa ormai anche in numerose regioni dell’America Latina, dove la Mustang Passion è davvero un epidemia, e dove le persone non fanno fatica a trasmettere le proprie emozioni e sensazioni e a condividerle. Quindi siamo felici di questo gemellaggio che ci ha portato in poco tempo ad avere davvero tantissimi nuovi amici, che ci apprezzano e che riconoscono in noi un “ESEMPIO da seguire” , citando le loro parole…

Un ringraziamento speciale va al Presidente Sione Simacoski e al Direttore Mauricio Sebastieny, e ai loro collaboratori.

Sul sito del Club Braziliano potete trovare inoltre un interessante intervista fatta al Presidente MCI e pubblicata in multi lingue.

TORNA SU